Archivi tag: saga

The Texas Chainsaw Massacre – storia di una saga

…*click*…
…Trrrrrrrr-T-T-T-T…. Trrrrrrrrrr-T-T-T-T-T….
….TrrrrrRRRRRRRRRWWRREEEEEEEEEEEAAAAAAAAARGH!… rrrT-rrrT-rrrT…

Innanzitutto lasciatemi dire che il titolo Non aprite quella porta mi ha a lungo fatto snobbare la saga di Leatherface e della sua simpatica famiglia, perché mi dava l’idea di una gran cavolata (e metà della serie lo è), ma poi ho letto il titolo originale e, beh, le cose sono cambiate alquanto… THE TEXAS CHAINSAW MASSACRE: sentite com’è potente? Mi fa gorgogliare tutti i demoni che mi strisciano dentro! Rende molto bene l’idea. Oltretutto il Texas, nell’immaginario collettivo (e spero solo in quello), è uno stato geograficamente desertico e umanamente retrogrado e violento, quindi ci sta a pennello. Io ci metterei pure del buon metal in sottofondo, preferibilmente dei Pantera. Ma passiamo ai singoli film… Continua a leggere

Annunci

Hellraiser – storia di una saga

hellraiser pinhead

Parliamo di Hellraiser, saga partorita dalla torbida mente di Clive Barker, scrittore di indubbio e oscuro talento. Hellraiser è sostanzialmente una trilogia cui sono stati aggiunti alcuni sequel per il mercato home video (che però non ho visto e quindi non giudicherò). Personalmente credo che il successo e la bellezza di questi film scaturiscano dall’insanità di fondo dei personaggi e delle situazioni che affrontano, più che da un vero e proprio exploit dell’orrore. In effetti, nessuno dei tre film è davvero spaventoso o angosciante, ma è seducente la rappresentazione sadomasochistica del Male: inteso basilarmente come dolore e sofferenza, a esso ci si sottomette per raggiungere il piacere assoluto. Inoltre, è interessante la tenebrosità del mondo in cui avvengono i misfatti, un mondo in apparenza normale, tranquillo, anche banale, ma in cui accadono cose brutte. Il carisma del malvagio principale, il demone torturatore per eccellenza, è tale da non lasciare dubbi su quanto possa essere terrificante seguire la sua strada, spinti dalla paura che genera un desiderio da appagare oltre ogni limite. Continua a leggere


Evil Dead – storia di una saga

Evil Dead

Ecco qui una saga particolarmente fortunata, bella in ogni suo capitolo. Saga che io ho visto “a ritroso”, partendo dall’ultimo fino al primo. Bruce Campbell, protagonista della trilogia nei panni di Ash, è ormai diventato un mito. Sam Raimi ormai lo conoscono tutti come il regista della prima trilogia di Spider-Man e di serie tv di successo negli anni novanta, Hercules e Xena: principessa guerriera. La saga di Evil Dead presenta un tipo di male invincibile, inestinguibile, destinato a risvegliarsi sempre, eppure immotivato, quasi naturale, privo di complessità. Se non fosse per gli elementi di commedia, sarebbe una saga lovecraftiana, dato anche il riferimento principale: tutto ruota attorno al libro maledetto per eccellenza, il Necronomicon, “rilegato in pelle umana e scritto con il sangue, contenente antiche formule per il risveglio di forze arcane che dimorano negli infimi recessi della natura umana” (sebbene sia opportuno sottolineare che nei film si chiama Necronomicon Ex-Mortis e ha una storia diversa). Continua a leggere


I nemici di Bond. James Bond.

Qualche giorno fa è morto Richard Kiel, interprete del famoso nemico di 007 “Squalo” (“Jaws” in originale), gigantesco e indistruttibile killer a pagamento, dotato di una spaventosa dentatura di metallo. Avevo già annunciato un secondo articolo sulla più longeva saga cinematografica di sempre, concentrandomi sui villain, che tra menti criminali e letali tirapiedi (henchmen) sono forse l’aspetto più intrigante della serie. Neanche a farlo apposta, il mio preferito sin da ragazzino era proprio Squalo, quindi dedico alla memoria di Kiel queste nuove valutazioni su Bond, James Bond.

***

“Senza Golia, Davide è solo moccioso che tira sassi”. Questa grande verità, racchiusa in una battuta di Billy Cristal nel film My Giant,  è l’essenza del conflitto tra buoni e cattivi in ogni opera letteraria, cinematografica e televisiva. Senza un antagonista degno di questo nome, che rispetti il minimo sindacale indicato dallo Schema di Propp e faccia sudare la vittoria al protagonista, non ci sarebbe un solo vero eroe d’azione. E per 007, tanto nei romanzi quanto soprattutto nei film, di antagonisti con le “palle” ce ne sono a bizzeffe. In effetti, contando anche alcuni tirapiedi di particolare levatura, ce ne sono un po’ troppi per esaminarli tutti. Quindi parlerò di quelli che preferisco, la mia “top ten”, per così dire. Bene, ora si sieda, 007Continua a leggere


Valutazioni su Bond. James Bond.

Anch’io sono un fan di Bond, James Bond. I film li ho visti tutti. Di romanzi ne ho letti tre, ma prima o poi attaccherò anche gli altri. E’ un personaggio che mi porto dietro dall’infanzia, fa parte di quei film che vedevo insieme a mio padre e che non ho abbandonato da adulto. Il primo che vidi fu Missione Goldfinger, di cui mi rimasero impressi Odd Job, la scena del laser e la ragazza ricoperta d’oro. Da allora ho continuato a interessarmene e a scoprire cose sul conto del suo inventore, l’ottimo Ian Fleming, e le varie sfaccettature del mondo in cui l’agente segreto più chiassoso del mondo si muove. Perciò anche io ho le mie personali valutazioni sulle peculiarità e i cliché di questa lunghissima saga, ormai arrivata a 23 film in cinquant’anni. Concentrare tutto in un unico articolo è eccessivo, quindi cominciamo da… Continua a leggere


6 film in breve

Sei film in breve, perché a volte non c’è bisogno di esaminare ogni fotogramma per esprimere un giudizio. Sei film presi un po’ a caso, tornati in mente per chissà quale motivo. Sei film di cui, attenti, potrei anche rivelare le sorprese. Sei riflessioni accumulate nel tempo, che comunque non richiedono articoli separati. Enjoy. Continua a leggere