Chiudere i conti con George Lucas

George Lucas è riuscito, nel giro di pochi anni, a inimicarsi gran parte dei suoi fan. Ma come tutti i grandi, è sempre seguitissimo e non manca di fare milioni e milioni di dollari con ogni sua mossa. Ho visto un documentario che spiega tutte le critiche mosse a Lucas dagli innumerevoli fan di Guerre Stellari. In sostanza, lui ha “osato” rimaneggiare i suoi capolavori, modificando scene e dettagli, aggiungendo effetti e sostituendone altri, fino a cambiare in alcuni punti la sostanza dei film. Ma la cosa più “ignobile”, quella che ha scatenato la furia dei fan, è stata la decisione di negare la ristampa delle versioni originali, obbligando il mondo a non vedere mai più i film usciti al cinema dal ’77 all’83, nella forma in cui hanno conquistato milioni di cuori e influenzato l’immaginario collettivo.

Le modifiche sono parecchie e sarebbe lungo elencarle (come esempio, godetevi il video qui sopra e recuperate gli altri dello stesso autore), ma posso citare la scena di Han Solo nel bar di Mos Eisley: nella versione originale, quando sta per uscire dal bar, viene fermato da un emissario di Jabba The Hutt che lo minaccia con una pistola; si siedono a un tavolo, scambiano un paio di battute poco simpatiche, e poi Han gli spara a tradimento da sotto il tavolo, uccidendolo. Nella versione modificata, è l’alieno a sparare per primo, con un orrido effetto grafico che fa spostare la testa di Han dalla traiettoria del laser. Questa modifica è sostanziale, perché fa apparire la sparatoria come autodifesa di Han, come se fosse stato costretto. Ma non è così: Han spara per primo perché è un individuo pericoloso, pronto a far del male, e non potrebbe essere altrimenti, visto il mondo criminale in cui vive. Lucas ha preferito edulcorare la scena per i bambini? Forse. Ma non mi pare che nessuno sia rimasto traumatizzato dall’originale.

Io, che adoro quella saga meravigliosa, ho da dire un paio di cose.

Primo: in generale, credo che un autore conservi sempre qualche diritto sulle sue opere, anche se vengono considerate “patrimonio collettivo”. Quindi se per qualche motivo decide di apportarvi delle modifiche, non credo si debba impedirglielo; dopodiché sono cavoli suoi se non piace più a nessuno. D’altra parte, un film non è solo del suo regista: ci lavorano un sacco di persone e ogni modifica intacca il lavoro di qualcuno. Voci cambiate, effetti sostituiti, particolari eliminati, sono tutte cose cui qualcuno ha lavorato e hanno funzionato, ma poi sono state gettate via senza motivi validi. Per di più, l’assurdità di fondo dell’operazione “revisionista” di Lucas sta nel voler adattare la prima saga alla seconda, cioè modificare i classici per renderli adatti al prequel, anziché fare il contrario. Io capisco aggiungere qualcosa, come i paesaggi della Città delle Nuvole sulle finestre che prima erano bianche (e il tizio del video qui sopra pare concordare), ma sostituire immagini e attori originali con quelli nuovi, per assicurare un collegamento superfluo, è davvero troppo. Comunque, è pur vero che Lucas ha detto di essere sceso a compromessi con le possibilità dell’epoca e che per lui quelli erano “mezzi film”, non proprio come lui li aveva immaginati. Questo lo posso capire, perché no? Solo che ormai è tardi per intervenire in modo così massiccio su qualcosa che in ogni caso ha avuto un successo straordinario. Peraltro rovinandola.

Secondo: Lucas sbaglia non tanto nel voler cambiare i suoi stessi film, divenuti dei classici ma pur sempre di sua invenzione (sebbene mi pare che la prima trilogia sia stata inserita in una lista di film stilata dal Congresso degli Stati Uniti, che annovera i capolavori del cinema americano, prima di subire le modifiche; qualcuno si chiede se questo comporti qualche rilevanza legale). Lucas sbaglia, piuttosto, nel voler costringere la gente ad accettare la versione revisionata della saga: infatti, ufficialmente, non esiste una edizione in dvd o blu-ray della versione originale. Né Lucas ha intenzione di rilasciarne alcuna, sostenendo tra l’altro di aver restaurato e modificato addirittura i negativi originali (quelli che sarebbero del Congresso), eliminando per sempre la versione originale. Se penso a Coppola e alla versione Redux di Apocalypse Now, vedo l’intelligenza di rilasciare in dvd sia il film originale che quello con le scene aggiunte, in modo tale da lasciare allo spettatore la possibilità di scegliere quale versione vedere, rivedere e conservare. Lucas secondo me è uno stronzo, invece, perché immagino ritenga che se mettesse in giro la versione originale perderebbe soldi su quella attuale, mentre con le vendite dell’edizione “per vecchi fan” riguadagnerebbe più che altro l’affetto e la stima di quei vecchi fan (me compreso), che probabilmente non vale la carta con cui si pulisce il culo. Però io non lo credo, farebbe comunque bei soldini. Per me è una questione di gelosia del proprio lavoro, con una punta di comportamento ossessivo-compulsivo.

Tuttavia, anche a proprosito quest’ultimo punto, bisognerebbe fare buon viso a cattivo gioco e non spendere ancora soldi con la roba di Lucas. A lui questo interessa e un mucchio di gente ci casca, pur disprezzandolo. Perché chi disprezza, compra, giusto? Si arriva a punte di fanatismo nerdesco davvero cretino, come se Lucas ci avesse tolto un giocattolo che ci aveva regalato, o magari rubato la paghetta, e tutti giù a piangere e scrivere lettere minatorie, minacciando e strepitando. Ma poi si sta sempre lì a scondinzolare ogni volta che esce qualcosa con “Star Wars” stampato sopra. Porca puttana, piantatela di comprare la roba che vi vuole vendere! Se non ci perde nulla, anzi continua a guadagnarci, che motivi ha per ripensare le sue azioni? Altrimenti, fa bene e spero che gli vada sempre meglio, grazie ai fessi (un po’ antisociale da parte mia, ma oggi va così).

Non so se ho chiuso i conti davvero, però la mia la ho detta.

Informazioni su GoatWolf

Sono alquanto riservato sulla mia vita, perché spesso le persone si lasciano influenzare da pregiudizi più o meno inconsapevoli sulla provenienza, l'età o il lavoro di qualcuno. Basta sapere che cerco di mantenere la mente aperta, mi piace il pensiero critico, detesto l'ignoranza arrogante e scrivo solo per passatempo, sulla filosofia, la storia, la politica, la musica, il cinema e i viaggi. Vedi tutti gli articoli di GoatWolf

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: